L’evoluzione dell’implantologia: la tecnica a carico immediato

Foto da medirad.it

La mancanza di uno o più denti è una condizione in cui si trovano molte persone, più di quante possiamo pensare. Una situazione patologica di questo tipo non causa solo problemi dal punto di vista estetico, ma ha dei risvolti importanti anche riguardo alla masticazione, che inevitabilmente è costretta ad alterarsi, causando problemi funzionali anche severi.

Fino a pochi decenni fa le protesi mobili, conosciute anche come dentiere, erano la soluzione più diffusa tra i pazienti che soffrivano di edentulia, ma i risultati estetici e funzionali non erano soddisfacenti e ciò ha spinto i ricercatori nell’ambito della protesica odontoiatrica a ricercare nuove soluzioni.

Oggi, infatti, per ritrovare il proprio sorriso e ripristinare la piena funzione della propria bocca, è possibile scegliere di sottoporsi a un intervento di implantologia dentale a carico immediato.

Come avviene l’intervento?

Prima di tutto occorre verificare la fattibilità dell’operazione; perché l’intervento abbia successo, infatti, devono essere presenti alcune condizioni “sine qua non” fondamentali, come la presenza di sufficienti ossa mandibolari e mascellari e la stabilità primaria dell’impianto.

Una volta verificate queste condizioni si può procedere con la seduta, che consiste nell’inserimento nelle mandibole delle radici artificiali, ovvero dei perni in titanio, un materiale biocompatibile che riduce a zero o quasi le possibilità di rigetto dell’impianto.

Dopodiché sui perni viene posizionata una protesi provvisoria, che resterà ancorata fino all’arrivo di quella definitiva.

I vantaggi dell’implantoprotesi a carico immediato

La possibilità di posizionare in una sola seduta una protesi provvisoria riduce notevolmente i tempi di attesa a cui si era costretti a sottostare con le vecchie metodologie. Prima, infatti, era necessario attendere anche molti mesi perché la radice finta attecchisse, per poi procedere all’inserimento del dente artificiale.

Con questo nuovo tipo di tecnica, invece, i pazienti possono recuperare immediatamente la masticazione e scongiurare fastidiosi effetti antiestetici.

Anche dal punto di vista economico non mancano gli aspetti positivi; dal momento che il lavoro viene svolto in meno sedute, il portafoglio non potrà che trarne grandi benefici.

Articolo scritto in collaborazione con Amicodentista